Art for Peace Award 2014

science-for-peace

PACE COME CONDIZIONE DEL BENESSERE

14 – 15 NOVEMBRE 2014 UNIVERSITÀ BOCCONI, MILANO

Un premio per chi promuove una cultura di pace.

Ogni anno Science for Peace assegna l’Art for Peace Award, un riconoscimento importante riservato agli artisti che si sono distinti nella diffusione di un messaggio di pace.

Quest’anno l’Art for Peace Award verrà assegnato a Murad Subay, giovane artista yemenita che ha dato vita quasi interamente da solo allo sviluppo dell’arte dei graffiti nello Yemen a partire dal 2012, all’indomani della Primavera Araba nel suo paese.
Il premio verrà consegnato a Murad durante la 6° edizione della Conferenza Mondiale, venerdì 14 Novembre 2014.

“A livello personale, i graffiti sono stati e rappresentano tuttora una fase fondamentale della mia vita, durante la quale ho scoperto me stesso. La street art non è soltanto la mia voce, ma di recente è diventata anche quella di molti yemeniti, poiché affronta i problemi principali che colpiscono gli abitanti del paese. Tutti gli yemeniti desiderano la pace e una vita dignitosa. Ho visto tantissime persone dipingere i loro sogni su muri nella speranza che un giorno diventino realtà. Questo premio ha un enorme significato per me e per le persone che hanno preso parte al progetto e rappresentano l’anima delle mie campagne artistiche, poiché è un riconoscimento del nostro umile lavoro e impegno. Inoltre, il premio è un segnale forte di incoraggiamento per il mio team di artisti e per me stesso. In sostanza, è un riconoscimento che premia tutti gli yemeniti.”Murad Subay

LE EDIZIONI PRECEDENTI

  • 2013alla cantante Fatoumata Diawara, in arte Fatou
    Per il forte impegno che la sua musica rivela a favore dei diritti delle donne del suo paese, il Mali.

  • 2012allo scrittore e saggista israeliano David Grosmann
    per la sua continua testimonianza a favore del dialogo e di dissenso nei confronti dell’uso della violenza.

  • 2011al fotoreporter Joao Silva
    perchè i suoi scatti hanno sempre denunciato la necessità di un cambiamento e la volontà di raggiungerlo

  • 2010al regista Xavier Beauvois
    per il suo mirabile film “Uomini di Dio” tratto dalla storia vera dei monaci di Tibhirine, emblema di tolleranza e umana fraternità, uccisi da terroristi della Gia.

  • 2009al Maestro Daniel Barenboim
    per aver creato la West-Eastern Diva Orchestra che riunisce musicisti palestinesi e israeliani.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s